News

luca tombini wbc 2017 1

Riportiamo integralmente l'articolo pubblicato oggi da "Bergamo news" (http://www.bergamonews.it) sulla memorabile impresa del Rider bergamasco Luca Tombini che ha conquistato il titolo di Campione Mondiale BikeTrial Senior 2017.

Grande risultato che inorgoglisce il nostro piccolo movimento che, dopo tanti anni, vede finalmente un titolo anche nel Gruppo A, dopo i successi di Vittorio Brumotti ed Andrea Riva. Forza Luca Tombini !

Ecco l'articolo:

Luca Tombini, il campione del mondo di bike-trial: “In equilibrio sulle emozioni, così sconfiggo la paura”

La bicicletta o l’hai nel sangue oppure è inutile provarci. Questo è un po’ il riassunto della vita di Luca Tombini, classe 1995 originario di Curnasco e campione del mondo di bike trial. Abbiamo ripercorso assieme a lui la carriera e la passione che lo ha fatto diventare così famoso.

La bicicletta o l’hai nel sangue oppure è inutile provarci. Questo è un po’ il riassunto della vita di Luca Tombini, classe 1995 originario di Curnasco e campione del mondo di bike trial. Abbiamo ripercorso assieme a lui la carriera e la passione che lo ha fatto diventare così famoso.

Come si è avvicinato alla bicicletta?

“Ho sempre il pallino della bicicletta, sin da piccolo è sempre stata al mio fianco. I miei genitori mi hanno abituato alla bellezza della natura e alla convivenza con essa, vivendola in compagnia della bici”.

Quando ha iniziato a praticare bike-trial e perché ha scelto questa disciplina?

“Ho conosciuto il bike–trial quando nel 2010, visitando lo stand di Airoh presso EICMA (fiera del ciclo e del motociclo che si tiene a Rho ogni anno), ho visto un’esibizione di essa tenuta da Walter Belli. Mi è subito piaciuto, così da lì ho iniziato ad informarmi e cercare video su Youtube, provando ad imitare le stesse mosse con una bici da Mountain Bike, finché di lì a qualche tempo ho comprato la mia prima bici da trial. Nel giro di un paio di mesi ho iniziato ad allenarmi al “Capannone” (località in Valle Imagna dove mi alleno) seguito da Andrea Riva (futuro campione del mondo) e dal pluricampione italiano Luca Berizzi, fino alla partecipazione al campionato italiano a Legnano, categoria Promotion (con percorso più semplice). Andai e vinsi all’esordio che in tutta sincerità non mi sarei mai aspettato ma, nonostante fossi un po’ confuso, capii immediatamente che questa era la mia strada”.

luca tombini wbc 2017 2

Come si impara a guidare una bicicletta da bike-trial?

“Per imparare bisogna avere tanta pazienza, tanta determinazione e voglia di fare, non lasciandosi scoraggiare al primo ostacolo. Il bike – trial è uno sport dove le soddisfazioni non arrivano subito, in cui bisogna sbatterci la testa per mesi prima di ottenere qualche miglioramento, in particolare se si è alle prime armi. Purtroppo in molti abbandonano dopo poco tempo solo perché non vedono dei miglioramenti immediati (per superare un gradino di 30 cm ci vogliono magari mesi)”.

Quanto conta l’equilibrio in questo sport?

“L’equilibrio è tutto, è alla base dello sport ed è la componente più difficile da apprendere, insieme alla precisione e controllo della bike. Un buon allenamento è quello di stare sempre allo stretto, su ostacoli precisi e sconnessi, abituando il corpo a reagire meglio e la mente ad essere pronta a compiere tutte le correzioni d’equilibrio necessarie per rimanere stabili sulla bici. Questa tecnica aiuta a rimanere concentrati e focalizzati su quello che è l’ostacolo, il passaggio da compiere”.

Non ha paura quando deve superare alcuni di questi ostacoli e qual è l’ostacolo che maggiormente la spaventa?

“La paura è una sensazione che non deve esistere in gara, è la prima causa di errore. Essa ti mantiene sulla difensiva e non ti fa aggredire le zone, rischiando di causare incidenti in cui ci si può far male sia fisicamente che mentalmente. In gara bisogna sempre essere sicuri di ciò che si sta facendo anche se sotto sotto la paura esiste, in particolare quando c’è un grande salto nel vuoto, un passaggio pericoloso e via dicendo, ma con il tempo si impara a controllarla, a non darle retta e a sostituirla con voglia di superare in maniera migliore quel passaggio che fuori gara non avresti superato ! Ad ora, gli ostacoli che mi fan più paura, son quelli da affrontare con tanta velocità, e in quanto questo sport per la maggior parte è equilibrio, precisione e stazionamento sulla bici, quando vi è qualcosa da affrontare in velocità mi risulta più difficile”.

Qual è stata la prima gara internazionale che ha vinto e quali emozioni hai provato?

“La prima gara internazionale a cui ha preso parte è stato l’Europeo 2016 in Repubblica Ceca in cui sapevo di aver fatto una buona gara, ma non certo di esser davanti a tutti gli altri atleti (in gara non guardo mai gli altri punteggi in quanto mi mettono ansia). Nel momento in cui ho scoperto la vittoria ero felice ma al tempo stesso incredulo, in quanto ad annunciarmela è stato il secondo classificato. Non ci ho creduto fino a che non ho visto con i miei occhi”.

Il campionato del mondo a tratti ha sicuramente un sapore agrodolce, con una medaglia di bronzo al collo ma una caduta nella seconda prova a compromettere il tutto. Ha ancora delle recriminazioni?
“Quello del 2016 è stato forse uno dei mondiali più belli che abbia mai corso : ottime zone, ottima location e ottimi passaggi. Ho veramente apprezzato l’organizzazione e la tracciatura ed i percorsi, nonostante durante la seconda gara mi sono giocato il titolo e rotto un labbro. Non ho nessun rimpianto per quella gara nessun rimpianto, la rifarei cento volte anche solo per la bellezza dei tracciati”.

luca tombini wbc 2017 3

Come si è sentito partecipando in gara2 del campionato del mondo 2017?

“Ero teso ma non troppo, quanto basta per rimanere concentrati e dare il meglio di sé stessi, tirando fuori la rabbia e aggredendo le zone. Sapevo che mi stavo giocando un mondiale e che tutto ciò che contava stava nell’affrontare al meglio quelle zone, quindi era necessario mantenere la calma. Il mio pensiero era quello di finire la gara il prima possibile, prima di mezzogiorno, così da sfruttare le ore meno calde della giornata per evitare giramenti di testa o calore attanagliante. Ci sono riuscito in quanto ho concluso la gara alle 11.47”.

Quali emozioni ha provato vincendo il campionato del mondo 2017?

“Il campionato del mondo è un traguardo ma anche un nuovo punto di partenza, è la fine di un’era e l’inizio di una nuova. È un traguardo spettacolare, il coronamento di anni e anni di allenamenti, sacrifici e botte ma allo stesso tempo una porta verso nuove esperienze, verso il continuo miglioramento. E’ un traguardo, si, ma ciò mi rende più spinto e determinato verso il prossimo anno, i prossimi mondiali, le prossime gare”.

In conclusione, secondo Luca Tombini, quanto è conosciuto il bike-trial in questo momento? Sarebbe necessario maggior spazio sui media per farlo conoscere?
“Il Biketrial purtroppo non è molto conosciuto a causa dei motivi elencati all’inizio, anche se credo che la principale motivazione sia perché si da’ troppo spazio al calcio ed altri 2/3 sport principali e poco invece a quelli definiti di nicchia come il nostro. Tutto ciò è un peccato perché questo è uno sport dai sani principi, svolto in ambienti amichevoli, dove tutti noi formiamo una grande famiglia unita dalla passione per le due ruote. Il bello dei mondiali è che rivedi piloti da tutto il mondo, rivali ma anche amici con cui puoi scherzare, consigliarti durante la gara ed esser felice del risultato altrui, indipendentemente dal fatto che sia migliore o meno del tuo. Purtroppo lo spazio su social network, tv, giornali ed altri media è realmente poco tant’è che alla scuola di Biketrial che abbiamo aperto in Valle Imagna partecipano soltanto ragazzi che hanno già parenti presenti all’interno del settore”.

 

Articolo pubblicato da Bergamo News, quotidiano on-line il 25 Agosto 2017.

www.bergamonews.it

 

BikeTrial 2017 R62

Sta per iniziare la stagione BikeTrial 2017 e come ogni anno pubblichiamo il nuovo Regolamento BikeTrial. Le novità ci sono ma la sostanza rimane quella di uno Sport originale, il BikeTrial, che cambia cercando di rimanere fedele a se stesso.

Ecco in breve le modifiche che possono interessare i Rider:

Modificato l'Art. 15 in questo senso: In caso di 5 penalità il Rider potrà utilizzare i 2 minuti in zona solo al primo giro. Nei successivi, in caso di 5, la zona andrà liberata (prima era da liberare solo all'ultimo giro).

Modificato l'Art. 19 - con aggiornamento di età per le categorie.

Modificato l'Art. 29 - Paraschiena obbligatorio per gli under 13. VALIDO GIA' DALLA PRIMA GARA !

Modificato l'Art. 30 - In qualunque caso Verranno titolati "Campioni" solo coloro che avranno partecipato ad almeno il 50% delle gare in calendario.

Modificato l'Art. 4 - L'organizzatore avrà facoltà di dividere la gara in due tempi o fare come il sistema tradizionale.
Il tempo di iscrizione torna ad essere uno per tutte le categorie. La mattina. 

 

Ecco in breve le modifiche che possono interessare gli Organizzatori:

Art. 7.a - Assicurazione di giornata: Rimosso la frase "del tipo UISP Open Ciclismo" e lasciata in ordine generico.

Art. 9 - Cambiato IBAN per versamento tasse gara.

Art. 10.a - Rimossa la frase su assicurazione di giornata

Art. 10.b - Rimossa la frase su assicurazione di giornata

Art. 4 - L'organizzatore avrà facoltà di dividere la gara in due tempi o fare come il sistema tradizionale.
Il tempo di iscrizione torna ad essere uno per tutte le categorie. La mattina.


REGOLAMENTO BIKETRIAL 2017

parastinchiRiportiamo, al fine di evidenziarlo, quanto prevede l'Articolo 29 del Regolamento BikeTrial 2017:

29 - Uso del Casco ed abbigliamento idoneo
Il Rider deve indossare obbligatoriamente il casco ed un abbigliamento idoneo in ogni evento BikeTrial ed in qualunque attività di allenamento.

L'abbigliamento idoneo è costituito da:
casco, pantaloni, maglietta, scarpe non modificate, parastinchi, para-schiena per gli under 13.

Il controllo dell'abbigliamento spetta al Presidente di Giuria o al Delegato Nazionale BikeTrial.
Si raccomanda il rispetto del disposto regolamentare per l'intero svolgimento della manifestazione.

I controlli saranno intensificati per tutte le categorie.

A disposizione per ogni eventuale chiarimento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Castiglioncello 2017


1^ PROVA CAMPIONATO ITALIANO BIKE TRIAL 2017 DEL 25 APRILE

Luogo di svolgimento: Castiglioncello (LI) via Marconi presso Lungomare Alberto Sordi

Ritrovo: presso Lungomare Alberto Sordi alla fine della passeggiata

Inizio iscrizione ore 08,30.   Termine iscrizioni ore 10,30

Numero zone: 6 interamente su scogliera

Giri 3 per tutte le Categorie. Secondo il nuovo regolamento saranno premiate le seguenti categorie:
Cat. Hobby tutti i partecipanti con gadget
Cat. Poussin. Tutti i partecipanti
Cat. Benjamin Tutti i partecipanti
Cat. Promotion i primi 3
Cat. Percorso BLU con unica classifica di gara tra Minime ed Expert i primi 5
Cat. Percorso ROSSO con unica classifica di gara tra Junior e Senior i primi 5
Cat. Elite i primi 3

Premiazioni ore 15,00
In caso di forte vento di libeccio la manifestazione sarà spostata al Campo in Via Fermi a Rosignano Solvay (LI)

 

MODULO ISCRIZIONI

ENTRY LIST

WBC 2017 smallLa 26° edizione del Campionato Mondiale BikeTrial si svolgerà a Pujalt, in Catalogna, Spagna, dal 14 al 18 Agosto 2017. Vediamo di conoscere i particolari della manifestazione e le regole per parteciparvi.

Il Campionato Mondiale BikeTrial 2017 si svolgerà in Catalogna, nella piccola cittadina di Pujalt, a circa 100 Km da Barcellona. Esistono varie cittadine chiamate "Pujalt" quindi attenzione, quella "giusta" è riportata nella cartina più in basso e nell'Agenda del WBC 2017.

Il Mondiale si svolgerà secondo la nuova formula "one week only" ovvero una manifestazione con più gare ma svolte nel medesimo posto, al fine di evitare calendari lunghissimi ed altrettanto estenuanti trasferte. Un solo posto, una settimana con due gare per ogni gruppo: Gruppo A e Gruppo B.
Il Gruppo B è composto dalle seguenti categorie: Poussin, Benjami, Minime, Femine, Major.
Il Gruppo A è composto dalle seguenti categorie: Junior, Senior 20, Senior 26, Elite Femina, Elite 20 ed Elite 26.

Il calendario gare ed il programma generale della manifestazione è il seguente:

Agenda

  • 9 e 10 Agosto 2017 apertura Area Camping.
  • 13 Agosto 2017, Domenica, cerimonia di apertura, iscrizioni, presentazione squadre.
  • 14 Agosto 2017, Lunedì, prima gara Gruppo B.
  • 15 Agosto 2017, Martedì, prima gara Gruppo A.
  • 16 Agosto 2017, Mercoledì, relax.
  • 17 Agosto 2017, Giovedì, seconda gara Gruppo B.
  • 18 Agosto 2017, Venerdì, sedonda gara Gruppo A, cerimonia di premiazione finale, party con la città di Pujalt.
  • 21 e 22 Agosto, chiusura Area Camping.

AGENDA UFFICIALE IN VERSIONE PDF

 

Chi può partecipare al WBC 2017

BikeTrial ITALIA da molti anni ha scelto di favorire la massima partecipazione al Mondiale, nella convinzione che questo tipo di gare siano la vera occasione di confronto per capire il proprio livello tecnico, eliminando ogni tipo di "selezione". Pertanto, anche nel 2017, la partecipazione al Mondiale BikeTrial sarà aperta a tutti i possessori di Licenza UISP 2017 in corso di validità. Per partecipare è sufficiente scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o chiamare direttamente Giuliano al numero 338 2746 091 per confermare la presenza alla gara, entro il 30 Luglio 2017. Sarà possibile iscriversi anche dopo, fino al 12 Agosto 2017, pagando una sovratassa di 1,5 volte il prezzo "normale" di iscrizione alla gara.

BikeTrial Italia garantirà a tutti i partecipanti la maglia della Nazionale BikeTrial, pertanto sarà opportuno comunicare la vostra partecipazione quanto prima. Scrivete quanto prima per confermare la Vostra presenza alla gara. Vi aspettano 6 giorni di gara con i migliori Riders del Mondo. Non mancate !

La zona di Pujalt non brilla di certo per la presenza di Alberghi, sarà necessario muoversi di parecchi chilometri oppure optare per il soggiorno in Campeggio gratuito direttamente sul campo gara. In tal caso comunicate la scelta quanto prima per dare agli organizzatori la possibilità di predisporre gli spazi già limitati.

ISCRIZIONI

scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 30 Luglio 2017

 

PUJALT, CATALOGNA, SPAGNA

Ecco le nuove Categorie BikeTrial Italia valide per tutto il 2017 come descritte nel Regolamento.

Ricordiamo che la categoria vale in base all'anno di nascita e non agli anni compiuti alla data dell'Evento.

Ecco il contenuto e qualche esempio pratico:

Categorie BikeTrial Italia 2017

Gruppo Categoria Regole
A Elitè

A richiesta del Rider.

A Senior Nati nel 1998 e prima.
A Junior Nati negli anni 1999, 2000, 2001.
A Expert Nati nel 2001 o prima che ne facciano richiesta. Esclusi i vincitori di altre categorie nel 2016.
A Minime Nati negli anni 2002, 2003, 2004.
B Promotion

Categoria non agonistica. Nati nel 2001 e prima che ne facciano richiesta.

B Benjamin Categoria non agonistica. Nati negli anni 2005, 2006 e 2007.
B Poussin Categoria non agonistica. Nati negli anni 2008, 2009, 2010.

 

Le Categorie sono raggruppate in due Gruppi. Il Gruppo A (Agonisti) e il Gruppo B.  Partecipano al Gruppo B coloro che non hanno la Visita medica sportiva e chi ha un'età inferiore ai 13 anni. Nella Promotion / Hobby rientrano anche coloro che, come detto sopra, sono sprovvisti di Visita medica agonistica.

Partecipano nel Gruppo A anche tutti i tesserati FCI secondo Categorie BikeTrial Italia 2017.

 

Età

22 o +

21

20

19

18

17

16

15

14

13

12

11

10

9

Anno

'95 o -

'96

'97

'98

'99

'00

'01

'02

'03

'04

'05

'06

'07

'08

GRUPPO A

ELITE'

             

SENIOR

                   
       

JUNIOR

             
             

MINIME

       

EXPERT

             
GRUPPO B

PROMOTION

       
                   

BENJAMIN

 
                         

Pou

ssin

HOBBY